Il marinaio Gian Maria Volonté

Il marinaio Gian Maria Volonté
Dicembre 1977 – Mar dei Caraibi – Foto di Haim Burstin

 

Gian Maria Volonté fu oltre che un grandissimo attore anche un abile velista. Nell’estate del 1968 scoprì l’amore per la barca e il mare, una passione accarezzata da ragazzino.  Le prime barche acquistate furono due bellissime golette costruite dai cantieri Moltedo di Santa Margherita Ligure.

(altro…)

Continua a leggere

Quando Vittorio Gassman sfidò Volonté

Vittorio Gassman e Gian Maria Volonté
L’armata Brancaleone, regia di Mario Monicelli, 1966.

 

Gian Maria Volonté era reduce dal trionfo al botteghino di Per un pugno di dollari quando nell’estate del 1965 ricevette un’offerta insolita.  Mario Cecchi Gori lo voleva al fianco di Vittorio Gassman nella commedia L’armata Brancaleone. Dopo aver letto la sceneggiatura, scritta in un italiano maccheronico da Mario Monicelli insieme ad Age e Scarpelli, il produttore si era immaginato il film come un western in cui la presenza di Volonté avrebbe potuto attrarre spettatori.

(altro…)

Continua a leggere

L’intervista: Gianfranco De Bosio ricorda Volonté

Incontro Gianfranco De Bosio nella sua casa di Milano. Ha 95 anni, è stato regista per il teatro, il cinema e la Tv, sceneggiatore e docente alla Scuola del Piccolo di Milano, una persona che non si ha difficoltà a chiamare maestro. Nel 1963 volle Gian Maria Volonté come protagonista del suo primo film. Il terrorista racconta una pagina personale di De Bosio, quella del Cln veneto e del comandante Otello Pighin, medaglia d’oro al valore militare della Resistenza. A distanza di oltre mezzo secolo De Bosio ha dell’attore un ricordo nitido.

Gian Maria Volonté

(altro…)

Continua a leggere

L’intervista: Umberto Orsini ricorda Volonté

Umberto Orsini
Nostra Dea, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, 1957 – il direttore Raul Radice con gli allievi –  Foto di Gianna Giachetti

Eravamo insieme in Accademia, Gian Maria Volonté era al terzo anno, io al secondo. Eravamo i due protagonisti maschili del saggio di regia di Vilda Ciurlo, Nostra Dea di Massimo Bontempelli. Gian Maria interpretava il ruolo di Vulcano ed io quello di Marcolfo. Andammo in scena il 27 marzo del 1954 nello Studio Eleonora Duse di via Vittoria. Fu la nostra prima collaborazione.

(altro…)

Continua a leggere

Gian Maria Volonté in Accademia

Gian Maria Volonté in Accademia
1955 – Gian Maria Volonté con i compagni d’Accademia – Foto di Gianna Giachetti.

 

Il 25 settembre 1954, dopo aver trascorso sei mesi nella Compagnia del Teatro italiano De Sanctis-Scelzo, Gian Maria Volonté presentò domanda d’iscrizione all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Roma: «Il Sottoscritto Gian Maria Volonté di Mario e di Bianchi Carolina nato a Milano il 9 aprile 1933 e abitante a Roma in via della Vite 99 (presso Lippi), inoltra domanda di ammissione al fine di poter partecipare agli esami in concorso in facoltà di allievo attore. Intendo inoltre concorrere all’assegnazione della Borsa di studio. […]».1)Gian Maria Volonté, Domanda ammissione esami, 25 settembre 1954, Centro Studi Casa Macchia – Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico.

(altro…)

References   [ + ]

1. Gian Maria Volonté, Domanda ammissione esami, 25 settembre 1954, Centro Studi Casa Macchia – Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico.

Continua a leggere

Quando “Indagine” di Elio Petri arrivò al cinema

Il commissario

 

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto venne proiettato per la prima volta a Milano il 12 febbraio 1970. Due mesi prima una bomba era esplosa nella Banca Nazionale dell’Agricoltura di piazza Fontana provocando diciassette morti e ottantotto feriti, una tragedia mai completamente chiarita alla quale si aggiunse pochi giorni dopo quella di Giuseppe Pinelli, morto innocente nella questura di Milano. Fu inevitabile che la situazione contingente influenzasse la visione del film. 

(altro…)

Continua a leggere

Il “Teatro Scelta” di Gian Maria Volonté

Nel gennaio 1964 Gian Maria Volonté costituì una compagnia di teatro militante con Carlo Cecchi, Claudio Meldolesi, Carla Gravina e altri amici, molti dei quali provenienti dall’Accademia. Insieme presero parte a una serie d’incontri nell’appartamento dell’intellettuale Franco Prattico e di sua moglie, la pittrice e coreografa Elvira De Luca. Prattico, all’epoca scrittore e cronista a «l’Unità», contribuì dal punto di vista ideologico e letterario collaborando alla stesura di un manifesto chiamato Teatro Scelta.

 

(altro…)

Continua a leggere

Edoardo Maltese, il primo maestro di Volonté

Nell’autunno del 1950 Gian Maria Volonté è appena tornato da Marsiglia quando comincia a frequentare a Torino lo Studio Drammatico Internazionale I Nomadi, una scuola di teatro fondata da Edoardo Maltese. Ha diciassette anni. Non è dato sapere quando matura la scelta di salire sul palcoscenico né se questa decisione sia influenzata da un’amicizia o altre ragioni, tuttavia sappiamo che la recitazione non era il primo dei suoi obiettivi.

La mia grande passione segreta era la scrittura, ed ero convinto che per scrivere delle storie dovessi averle vissute in prima persona. Pensavo di scrivere anche per il teatro e mi ero progettato un certo tempo per conoscerlo: prima come attore, poi come regista e infine come autore.1)Lauretta Colonnelli, Bella carriera è stata tutta una fuga, «Europeo», 13 agosto 1983

Il primo maestro di Volonté

Edoardo Maltese al principio della carriera.
Edoardo Maltese

 

Edoardo Maltese fu dunque il primo maestro di Gian Maria Volonté. Ma chi era quest’artista oggi del tutto dimenticato?

(altro…)

References   [ + ]

1. Lauretta Colonnelli, Bella carriera è stata tutta una fuga, «Europeo», 13 agosto 1983

Continua a leggere

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare

Chiudi il menu